BUONA SEDIA – Le Sedie d’Artista della Fabbrica del Chinino

34 sedie d’artista che parlano di accoglienza e creatività, realizzate con materiali di recupero restaurati dalle persone disabili di cui ci prendiamo cura, saranno in vendita nel Mercatino di Natale della Fabbrica! Sono il frutto di BUONA SEDIA, un progetto in cui abbiamo coinvolto 30 meravigliosi amici e artisti chiamati a connettersi con due simboli della Fabbrica: il laboratorio di restauro e la cucina di Chinino Food!

La sedia, un simbolo di accoglienza

L’idea di BUONASEDIA nasce durante il primo lockdown, in quel tempo sospeso fra i lavori interrotti e i progetti per il domani. Prende via dal desiderio di non diperdere quanto costruito insieme e di continuare a condividere esperienze positive e costruttive, come si è soliti fare qui da noi in Fabbrica.

Protagonista è la SEDIA, da sempre l’elemento creativo che più contraddistingue il nostro Laboratorio di restauro. Facile da recuperare e da lavorare, simbolicamente si presta a molteplici interpretazioni: è un oggetto della socialità, che richiama accoglienza, ’ascolto, attesa dell’altro. Insomma, il nostro vivere quotidiano in Fabbrica del Chinino.

La sedia come simbolo di accoglienza ci porta dritti a Chinino Food, la nostra cucina solidale che prepara piatti di qualità a prezzi popolari e accoglie i suoi ospiti in uno spazio inusuale, nato nuovamente dalla voglia di integrare, di includere e condividere.

Per la nuova Comunità:
offerta libera a partire da 60€

Il frutto del lavoro degli artisti, a cui si sono uniti ragazzi e operatori dei centri e comunità gestiti dalla nostra Cooperativa Paradigma, sarà in mostra fino al 3 gennaio da InGenio – Bottega d’arti e antichi mestieri (via Montebello 28/b).

📅 Sono già arrivate le prime prenotazioni: con un’offerta a partire da 60€ vi mettiamo da parte la vostra sedia! Dopo il passaggio dagli amici di InGenio, le sedie rimaste saranno in vendita nel mercatino della Fabbrica del Chinino e il ricavato sosterrà la realizzazione della nuova Comunità Residenziale che ospiterà 10 persone disabili al primo piano della Fabbrica!

💌 Per info e offerte 335.8175553 – [email protected]

N. 1

Artista: Antonietta Simula
Titolo: Cacio & Pepe
Info: Scrive l’artista: “Il colore giallo perché ricorda il sole, la luce, l’allegria… Tutto quello che il cibo ti dà”.

N. 2

Artista: Brombin Orietta
Titolo: Craquelè
– VENDUTA! –

N. 3

Artista: Contino Stefania
Titolo: Le quattro stagioni a tavola
– VENDUTA! –

N. 4

Artista: Giulia Abagnale
Titolo: Torna a’ Surriento
Info: La sedia è replicabile // L’opera nasce dal ricordo di un momento conviviae vissuto durante l’infanzia, con il pranzo della domenica dalla nonna, che sempre si concludeva con un bicchierino di limoncello artigianale.

N. 5

Artista: Cristiana Geremia Titolo: Cruelty Free Chair
Info: La sedia è replicabile // Cristiana Geremia, entusiasta allieva dei corsi di Restauro della Fabbrica del Chinino e appassionata di arte, ha realizzato questa sedia “vegan” come invito a contemplare una scelta alimentare più sostenibile e rispettosa di ogni forma di vita animale.

N. 6

Artista: Rino Carbone
Titolo: Welcome Chair
– VENDUTA! –

Info: La grafica che rimanda a linee e colori della Fabbrica del Chinino evoca il concetto di ospitalità che da sempre contraddistingue il Chinino e il suo staff: entra, siediti, mettiti comodo e condividiamo insieme un pezzo di vita.

N. 7

Artista: Paola Conterio
Titolo: Body Positive Zone
Info: La sedia è replicabile // L’opera si ispira al movimento Body Positive, nato per promuovere un messaggio positivo dedicato a chi ha un corpo che non rientra nei canoni predefiniti della “normalità”. Acrilici, lana e vernici ad acqua hanno dato una seduta allegra, per una una sedia riservata a Donne e Uomini che amano e rispettano il loro corpo.

N. 8

Artista: Paolo Maria Cassinis (paolocassinis.it)
Titolo: Un bicchiere al giorno
– VENDUTA! –

N. 9

Artista: Michela Cassisa
Titolo: Spaghetti aglio, olio e peperoncino
– VENDUTA! –

Info: Scrive l’artista: “Ho voluto rappresentare il mio amore per la pasta e in particolare per questa ricetta semplice”.

N. 10

Arstista: Ayan Castrogiovanni
Titolo: Sovrapposizioni autunnali
Info: La sedia è replicabile

N. 11

Artista: Whena
Titolo: Tropical match
Info: Tecnica mista e un tucano sbagliato in primo piano // Lucia Biagi, in arte Whena, nasce a Pisa nel lontano 1980, fumettista, illustratrice e sarta di piccol creazioni all’uncinetto e ricamate. Nel 2010 si trasferisce col fidanzato a Torino e rileva una libreria di fumetti, Belleville Comics, dove instaura a mo’ di dittatuta il suo laboratorio e studio. Ha pubblicato “Punto di fuga” (Diabolo edizioni 2014) e “Misdirection” (Eris edizioni 2017).

N. 12

Artista: Angela Daniello
Titolo: Rever de Paris
Info: Pittrice per hobby dal 1985, l’autrice descrive così la sua opera: “Mi sono rivista a Parigi, nel 1998, con la guida in mano a passeggio tra i bstrot, la gente seduta a gustare fette di torta o macarones e in sottofondo la musica di “La Vie en rose”.

N. 13

Artista: Silvana Ferrero
Titolo: Butta la pasta

N. 14

Artista: Silvia Sabolo e i ragazzi del Centro diurno Raccordi Familiari
Titolo: I piaceri della vita
– VENDUTA! –

Info: Una sedia-contenitore realizzata dalle persone disabili del Centro diurno Raccordi Familiari insieme alla loro educatrice Silvia.

N. 15

Artista: Stefania Contino
Titolo: Illusione di spaghetti

– VENDUTA! –

N. 16

Artista: Karim Cherif
Titolo: Non solo il tempo stringe
Info: Un omaggio alla natura e a uno dei suoi frutti più pregiati, dalle proprietà benefiche e depurative // Karim nasce a Cosenza nel 1984, ma vive e studia a Torino. Diplomato al liceo scientifico, intraprende gli studi universitari presso l’Accademia di Belle Arti di Torino. Il suo primo approccio con il mondo dei graffiti risale alla fine degli anni ’90. Numerosi sono gli interventi artistici di riqualificazione urbana in diverse aree di Torino e dintorni, coniugati con un’intensa attività sociale. Numerose sono le partecipazioni a laboratori di graffiti, live painting, eventi nazionali e internazionali. “Rimane sempre aperta nel tempo la ricerca di stili differenti e viva la voglia di migliorare e ampliare la propria tecnica pittorica”.

N. 17

Artista: Berta Costanzo
Titolo: Delizie d’Italia
– VENDUTA! –

N. 18

Artista: Gli operatori della Comunità “Climi Familiari”
Titolo: In tutti i sensi
Info: La sedia è replicabile

N. 19

Artista: Laura Sorba
Titolo: La bellezza della cipollosità
Info: L’artista, che ha 20 anni e frequenta l’Accademia d’Arte di Torino, racconta di essersi ispirata alla poesia “La cipolla” di Wistawa Szymborska, cui ha aggiunto i fagioli per affinità di tinte. “Ho scelto la forma del fiore perché è una forma d’amore della natura…”.

N. 20

Artista: Gli operatori del Centro diurno Raccordi Familiari
Titolo: Voglia di mare
– VENDUTA! –

N. 21

Artista: Simone Marengo
Titolo: SEdiamoCIbo
– VENDUTA! –

N. 22

Artista: I ragazzi della Comunità Climi Familiari
Titolo: Le nostre mani in pasta
– VENDUTA! –

Info: I ragazzi della comunità residenziale Climi Familiari preparano ogni giorno uno dei dolci del menù di Chinino Food, il progetto di ristorazione sociale della Fabbrica del Chinino. Nel laboratorio di cucina mettono “le mani in pasta” e sperimentano insieme le loro abilità per creare cose buone e belle, da condividere con gli altri.

N. 23

Artista: Cristina Gibellato
Titolo: Suma coit
– VENDUTA –

N. 24

Artista: Elisa Baldissera
Titolo: S-EDIBILE
– VENDUTA! –

Info: Una sedia-elenco di ciò che è edibile e che amo mangiare. Lo stile illustrativo vintage strizza l’occhio ai vecchi libri di ricette e agli strofinacci da cucina che usava mia madre quand’ero piccola // Elisa Baldissera nasce a Torino nel 1984, dove oggi vive e lavora. Nel 2009 si laurea presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino e nel 2012 incontra Luigi Leto, con il quale forma il duo EBLTZ, focalizzato su arte, illustrazione e progettazione grafica. Negli anni ottiene riconoscimenti artistici, prende parte a mostre collettive e personali e fiere d’arte a carattere nazionale e internazionale.

N. 25

Artista: Orietta Brombin
Titolo: Rovi

N. 26

Artista: Francesca Tosso
Titolo: Ogni momento è un nUOVO inizio
– VENDUTA! –

N. 27

Artista: Filareta De Paola
Titolo: Olimpiadi di noodles
Info: La sedia è replicabile

N. 28

Artista: Maurizio Barbaro
Titolo: Finchè c’è vino c’è speranza!
– VENDUTA! –

N. 29

Artista: Emanuela Tatti
Titolo: Anatomia di un bacio
– VENDUTA! –

Info: “Ho deciso di giocare con le parole Anatomia e Bacio per rappresentare un prodotto dolciario d’eccellenza del territorio piemontese, il bacio di dama, attraverso un linguaggio tipico delle enciclopedie anatomiche dell”800 (quando è stato inventato il dolce). Il dolce non solo viene sezionato per mostrarne la composizione, ma viene rafforzato il concetto attraverso l’illustrazione di una dama intenta ad assaggiarlo, un incontro tra due labbra che si sfiorano in un bacio. Una frase in dialetto piemontese completa la vocazione al dolce e al bacio, “l’amore senza bacio è come il pane senza il sale”. (Emanuela Tatti, Art Director e Visual designer).

N. 30

Artista: Ragazzi e operatori del Laboratorio di Restauro del Centro diurno Raccordi Familiari
Titolo: Caldissimo caffè
Info: La sedia è replicabile

N. 31

Artista: Rosalba Cossanetto
Titolo: Francesismi
Info: La sedia è replicabile // Educatrice e “creativa del riciclo”, Rosalba è la restauratrice professionista responsabile del Laboratorio di restauro del legno del Centro diurno Raccordi Familiari e del Corso di FabbricArte Restauro.

N. 32

Artista: Ragazzi e operatori del Laboratorio di Restauro del Centro diurno Raccordi Familiari
Titolo: Profumo di caffè
Info: La sedia è replicabile

N. 33

Artista: Irene Fodero
Titolo: The slow tale chair


N. 34

Artisti: Gabbo, Alex4025_YT, Teresilla e Pesca
Titolo: Siediti#Naviga#Mangia
Info: L’opera, realizzata da 2 ragazzi dell’Educativa Territoriale di Cooperativa Paradigma, rappresenta la “cucinainterattiva”, il connubio di fornelli e tecnologia. “Oggi per noi ogni ricetta è sempe accessibile: basta un click!”.

Ultimi articoli