IMPATTO SOCIALE
La Fabbrica del Chinino è aperta a ogni abilità

La Fabbrica del Chinino è baricentro e cuore pulsante di “Ritmi Familiari”, la rete di Servizi per la disabilità di Cooperativa Paradigma, e del suo Servizio di Educativa Territoriale Minori: un complesso in cui confluiscono anime, esperienze e necessità diverse, che prendono e danno tutte qualcosa alla vita sociale e produttiva della Fabbrica.

I SERVIZI DI “RITMI FAMILIARI” sono rivolti a famiglie con una componente disabile di età superiore ai sedici anni. Tre poli tra loro interconnessi, gestiti da Paradigma sul territorio della Circoscrizione VIII di Torino in accreditamento con il Comune di Torino e l’ASL Città di Torino della Regione Piemonte.

Il Centro diurno “CURE FAMILIARI” per persone disabili medio-gravi, gravi e gravissime di Via Paoli 15. Il Centro diurno “RACCORDI FAMILIARI” per persone disabili medio-lievi e medio-gravi di Via Taggia 25/A. La Comunità alloggio “Climi Familiari” per persone disabili medio-gravi, gravi e gravissime di Via Paoli 66/68.

Come loro naturale anello di congiunzione, l’idea alla base della Fabbrica è quella di creare un “Centro” diverso, capace di lavorare al concreto incontro di esperienze e professionalità al servizio della persona disabile e della sua famiglia, in uno spazio di integrazione e valorizzazione per i “ragazzi”, le famiglie e tutti i cittadini.

UN CENTRO CAPACE DI ACCOGLIERE TUTTI

Dal lunedì al venerdì sono coinvolti 60 persone con disabilità nei due Centri Diurni, mentre in Comunità vivono 11 persone.  Sono coinvolte 76 famiglie. Sono impegnati 21 educatori e 22 operatori socio sanitari, oltre ad una rete di figure sanitarie, fisioterapisti, consulenti per le attività e volontari.

IL SERVIZIO DELL’EDUCATIVA TERRITORIALE MINORI è gestito invece fin dal 1990 in convenzione con il Comune di Torino e su incarico dei servizi socio-educativi della Circoscrizione 8 si occupa di minori in situazioni problematiche. Il lavoro quotidiano dell’équipe formata da 7 educatori prevede Interventi individualizzati, Sostegno familiare, Lavoro di rete, Educativa di comunità. Il servizio si prende cura di circa 30 nuclei familiari.

La Fabbrica ne è oggi sede e punto di riferimento di rete.

Per saperne di più visita il sito www.cooperativaparadigma.org

la nostra teoria del cambiamento

filetto

FINALITÀ

La Fabbrica promuove integrazione ed inclusione delle persone disabili e delle loro famiglie per fare in modo che le persone, abili e diversamente abili, si sentano in grado di dare e ricevere riconoscimento, senso di competenza e benessere.

 

MODALITÀ DI INTERVENTO DISTINTIVE

Uno spazio di per sé non è sufficiente per fare tutto questo, perché non basta mettere insieme le persone perché si avviino processi realmente inclusivi.

Integrazione e inclusione, invece, vanno ricercati intenzionalmente e strategicamente, attraverso un continuo lavoro di ricerca e azione.

Per realizzare realmente integrazione crediamo ci vogliano 6 INGREDIENTI FONDAMENTALI: apertura, legami, bellezza, risorse, leggerezza e storie.

  • apertura significa accoglienza, scambio, condivisione, arricchimento; la fabbrica è un luogo aperto;
  • in Fabbrica si generano e ri-generano legami attraverso la cura delle relazioni; la natura produttiva della Fabbrica alimenta i legami;
  • bellezza perché facendo cose belle ci sente bene e chi vale sta in posti belli; la Fabbrica è bella e belle sono le cose che si fanno dentro;
  • risorse che la Fabbrica mette a disposizione di tutti, abili e diversamente abili, per favorire l’interazione;
  • leggerezza e sorpresa, che sono le emozioni che aiutano a stare insieme e che la Fabbrica cerca di alimentare;
  • storie, di integrazione, di inclusione, di diverse abilità che in Fabbrica si ha cura di raccontare e diffondere.

 

L’IMPATTO

In termini generali la Fabbrica ha un impatto favorevole sul clima che si respira dentro la Fabbrica stessa e nel territorio circostante.

In particolare la Fabbrica:

  • sensibilizza le persone a praticare integrazione e inclusione;
  • rende il territorio più accogliente, inclusivo ed integrante;
  • aumenta il benessere individuale e famigliare delle persone disabili;
  • promuove la crescita professionali dei caregivers e li aiuta a sentirsi più capaci, soddisfatti e proattivi.

I NUMERI DELLA FABBRICA DEL CHININO

filetto

2019

I SERVIZI : altre abilità e minori

  • 71 PERSONE CON DISABILITÀ INSERITE NEI CENTRI 
  • 76 FAMIGLIE CON COMPONENTE DISABILE COINVOLTE 
  • 21 EDUCATORI NEI SERVIZI PER LA DISABILITÀ 
  • 22 OPERATORI SOCI SANITARI 
  • 10  VOLONTARI NEI SERVIZI PER LA DISABILITÀ 
  • 30 NUCLEI FAMILIARI SEGUITI DALL’EDUCATIVA TERRITORIALE 
  • EDUCATORI DELL’ EDUCATIVA TERRITORIALE

ATTIVITÀ IN FABBRICA

  • 60 LABORATORI CREATIVI PER IL TERRITORIO 
  • 120 PARTECIPANTI AI LABORATORI 
  • 18 EVENTI DELLA FABBRICA 
  • EVENTI DI RACCOLTA FONDI 
  • GRANDI FESTE PER LA DISABILITÀ 
  • EVENTI CULTURALI 
  • 1700 PARTECIPANTI AGLI EVENTI DELLA FABBRICA 
  • CORSI E ATTIVITÀ DELLE ASSOCIAZIONI 
  • 120 PARTECIPANTI ALLE ATTIVITÀ DELLE ASSOCIAZIONI 

CHININO FOOD

  • 4200 COPERTI A PRANZO
  • 170 KG DI GNOCCHI
  • 7 CENE APERTE AL TERRITORIO
  • 12 CENE PRIVATE
  • 1170 PARTECIPANTI ALLE CENE

RACCOLTA FONDI

  • EVENTI RACCOLTA FONDI
  • 990 PARTECIPANTI EVENTI
  • 149 DISTRIBUTORI BIGLIETTI LOTTERIA
  • 9575 BIGLIETTI DELLA LOTTERIA DISTRIBUITI
  • 1200 UOVA DI PASQUA DISTRIBUITE
  • 70 SPONSOR E AZIENDE COINVOLTE
  • 126 DONAZIONI LIBERALI
  • 981 FIRME 5X1000 COOPERATIVA
  • 3577 CLICK IL MIO DONO COOPERATIVA

SOCIAL

  • 1993 NUOVI FOLLOWER 2019 (Facebook – Instagram – Youtube – Telegram)
  • 640 POST