Luisella: “Vi penso e sto meglio!” – Lontani ma vicini

Luisella è un’amica, ma soprattutto è una volontaria della Comunità Climi Familiari che da anni regala tempo, empatia e creatività a quelli che ormai sono anche i suoi ragazzi. Fa parte della grande famiglia della Fabbrica del Chinino e, in quanto tale, in questi giorni di lontananza forzata dalla Comunità a causa dall’emergenza Coronavirus, le abbiamo chiesto di condividere con noi qualche pensiero.

Ripercorre qui di seguito il percorso che l’ha condotta ad entrare nella nostra casa, dove speriamo di tornare ad accoglierla il prima possibile!

Luisella - Volontaria
Come ho conosciuto Paradigma

Sono entrata nella grande comunità di Paradigma ormai da qualche anno. Stavo per andare in pensione e mi sono portata avanti con il lavoro: mi domandavo che cosa avrei potuto fare per occupare le mie giornate. Il contatto con i servizi per la disabilità di Cooperativa Paradigma fu Pia, amica, collega e moglie del vostro – e nostro – Presidente. Parlando del più e del meno mi raccontò dei corsi di cucito creativo che si tenevano alla Fabbrica del Chinino…

All’inizio, qualche paura

Vi dirò che all’inizio ero un po’ perplessa: il mondo della disabilità mi ha sempre creato qualche preoccupazione, lo collegavo alla sofferenza e al dolore. Pia mi rasserenò: avrei trovato qualcosa di molto diverso, diceva.

Il corso, il saluto ai miei fantasmi, un grande regalo

Così ho incominciato a frequentare il corso, piacevole e interessante, ma c’era di più. Man mano che frequentavo quelle persone e quegli spazi mi rendevo conto che i miei “fantasmi” stavano sparendo… Ho realizzato che la disabilità non è solo dolore, soprattutto se la si incontra in un contesto come la Fabbrica del Chinino, come i centri e le comunità gestiti da Cooperativa Paradigma. Frequentando quel posto realizzai che ne uscivo ogni volta più serena di come ero entrata. Mi ricaricavo, mi faceva pensare.

In Comunità Climi Familiari

Quando finì il corso mi fu proposto di incominciare a frequentare la comunità “Climi Familiari” che Paradigma gestisce in Via Paoli, non lontano dalla Fabbrica del Chinino. Entravo così a casa di questi nuovi amici, entravo a casa della disabilità. Non era cosa da poco, ma ecco un’altra sorpresa: iniziando a far volontariato in quell’alloggio mi si è aperto un mondo di gioia, serenità, accudimento. Di una quotidianità tranquilla e impagabile.

Quei sorrisi

Ricordo che nelle riunioni o nelle occasioni d’incontro con le famiglie di questi ragazzi li vedevo sempre sorridere e abbracciarsi. Fra me e me pensavo: “che coraggio hanno ad affrontare la loro condizioni sempre con il sorriso in volto!”. Invece no, non era coraggio, per loro il sorriso è la normalità. È un pensiero che mi ha arrichitta: ogni volta che esco dalla comunità mi porto dietro qualcosa, sento dentro di aver fatto qualcosa di utile per quei sorrisi. Qualunque cosa io faccia ne ricevo il doppio, in amore e soddisfazione!

Vi aspetto, vi penso e sto meglio

Voglio ringraziare i ragazzi per il lavoro che sono riuscita a fare su di me! Oggi li aspetto… e inganno il tempo realizzando piccoli video con dei tutorial creativi per il canale Youtube della Fabbrica del Chinino! È un modo per stare ancora con i ragazzi o, come dite voi, per sentirci tutti più vicini, anche se siamo lontani! Non vedo l’ora che finisca questo periodo di lontananza: sono certa che quando ci rivedremo ci abbracceremo. Con o senza mascherina non importa… contano il calore e il desiderio di recuperare un po’ di normalità.

Ciao ragazzi, sappiate che quando vi penso sto meglio!

Luisella
Volontaria della Comunità Climi Familiari


PS. Ecco i due video tutorial realizzati da Luisella

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail