Il country a casa nostra – Comunità Climi Familiari

Le porte della Comunità Climi Familiari di via Paoli 66 sono sempre aperte, come quelle della Fabbrica tutta. I confini tra il dentro e il fuori si confondo nel corso dell’anno in un ricco calendario di eventi dove le parole d’ordine sono sempre le stesse: condivisione, inclusione, divertimento!

Domenica 16 febbraio si è svolta un’altra cena inserita nel percorso “Solidarietà con Gusto”, con cui da anni ragazzi e operatori insieme accolgono persone straordinarie pronte a condividere con loro il clima familiare che si respira in comunità.


Sapori, storie, balli dal west

A proposito di amici della Comunità, partiamo da Franca. Ballerina di talento, quest’anno ha davvero preso a cuore i nostri ragazzi e i nostri progetti: prima realizzando alcuni oggetti solidali per il mercatino di Natale della Fabbrica del Chinino, poi raccogliendo donazioni per noi nella sua rete di amicizie, e infine dedicandoci tempo ed energie, insieme al suo corpo di ballo, per trasformare la comunità in un vero saloon del vecchio west.


Ed eccoci qui: 11 cowgirl
 e i rispettivi mariti hanno ballato con e per noi, regalandoci la sensazione di essere proprio in una scena di uno spaghetti western!


Come sempre
il nostro Silvestru è riuscito ad attirare lattenzione: è un ballerino nato, nessuno direbbe che non ha mai frequentato una scuola di ballo!


Sandro
 era invece lo sceriffo gentile: anche lui ha ballato con tutte e 12 le cowgirl, lusingato dai complimeniti ricevuti da ognuna di loro per la sua gentilezza.

Come in un vero saloon

Come in ogni saloon che si rispetti, nella grande sala della comunità ha trovato posto una botte di vino con sopra riposte tantissime arachidi. Da regolamento, potevi mangiarle solo se buttavi la bucce per terra! E ancora: cactus sparsi per la sala, cappelli e pistole, camicie a quadri e foulard.

Immancabile la tavola a tema imbandita dalla cara amica Elena, la nostra cuoca volontaria, che ci accompagna in tutte le nostre cene con le sue specialità culinarie. Al suo fianco la splendida Katherin, la nostra ultima volontaria del servizio civile.

Dalla sella alla tavola, insomma! Ma se pensate che un pasto da cowboy si riduca a fagioli e gallette vi sbagliate di grosso: con cappello in testa e stivali in pelle ai piedi abbiamo degustato un menù di tutto rispetto, eccovelo in foto!

Saluti e ricordi

Prima dei saluti finali, il consueto momento dei “ricordini della Comunità”: a ognuna delle nostre ospiti abbiamo consegnato una calamita in fimo realizzata dai nostri ragazzi insieme all’operatrice Michela!

Infine le foto-ricordo scattate con la nostra macchina istantanea, rigorosamente su sfondo western!

All’intero gruppo capitanato dall’insegnante Wanda va il nostro grazie più sincero. Per la splendida serata, per la preziosa donazione consegnataci (“da spendere per gli svaghi dei nostri cari ragazzi”), per l’angelo confezionato a mano e regalatoci da Franca.

“Il compenso più bello è stato vedere i ragazzi applaudire e chiederci di ritornare”, ci hanno confidato. Non vediamo l’ora, ragazze: il nostro saloon per voi non chiude mai! 😊

Qualche altra immagine

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail