La cena è servita!

LA CENA È SERVITA! MEGLIO, MOLTO MEGLIO CHE A MASTERCHEF!

Nella “Comunità Climi Familiari” ci hanno davvero preso gusto con il percorso Solidarietà con gusto… tanto da inventarsene una nuova! “LA CENA È SERVITA”: domenica 12 maggio, la cucina di Via Paoli 66 si è trasformata nella cucina di Masterchef!

Di che si tratta? Tre squadre (Fusilli, Penne e Farfalle) e sei amici della Comunità e della Fabbrica pronti a cimentarsi a loro insaputa in dure prove preparate da ospiti ed educatori. Vi raccontiamo questa prima puntata del dettaglio… partiamo dai concorrenti: Simone, Flavio, Alessandro, Rebecca, Francesca e Riccardo.

masterchef1

Il racconto minuto per minuto

Squadre pronte: tutti con grembiule e cappello! Come da tradizione a Maesterchef si parte con il temuto pressure test: scopo del gioco, indovinare gli ingredienti a occhi bendati! Erano papaya, aceto balsamico, guacamole, pangrattato e limone: non semplice in soli 2 minuti di tempo. Ma in fondo siamo buoni, dai! Soprattutto Sandro, il nostro giudice: a lui il compito di suonare il campanello e stravolgere il gioco e quindi Din Din un aiutino per tutti! Scendono in campo gli ospiti della Comunità: Debora, Paola e Silviu, ognuno assegnato ad una delle 3 squadre e all’assaggio di un ingrediente!

masterchef2

Seconda prova: la pesata degli ingredienti (salame, pasta, zucchero e farina)! Anche qui i nostri concorrenti si sono impegnati per potersi avvicinare il più possibile al peso richiesto dai nostri Debora, Paola e Silvestro, tornati nei panni dei giudici.

masterchef3

Terza prova, si pela! Patate al centro e parte la sfida: i nostri concorrenti avranno capito perché gli abbiamo chiesto di portarsi un pelapatate da casa! Din din: il nostro Sandro suona ancora il campanellino e… Beppe arriva con 2 coltelli molto poco affilati e li sostituisce ai pelapatate di Francesca e Flavio. Li avremo messi in difficoltà?

masterchef4

Quarta e ultima prova: i concorrenti hanno 30 minuti per preparare un aperitivo con cocktail per i giudici. Pochi ingredienti e nessun suggerimento: il miglior modo per scatenare la fantasia!

masterchef b
masterchef a

I PIATTISquadra Fusilli: bruschetta con salmone e avocado per l’aspirante chef Flavio, che è anche un aspirante sposo, e per il suo compagno di squadra Riccardo, sognatore e musicista! Squadra Farfalle: Simone e Francesca hanno preparato tartine di pancarrè con robiola, patè di olive ed erba cipollina… un connubio di ordine e calma.
Squadra Penne, la più giovane: Rebecca e Alessandro ci deliziano con mojito bene bilanciato, poco alcolico ma in grado di darci alla testa!

Il gran finale

Tutti bravi! Ma ad avere più punti sul tabellone è la squadra Farfalle, che guadagna così il diritto di scegliere il suo carrello degli ingredienti: riso cantonese per loro; ai Fusilli tocca preparare il pollo al curry con patate (le stesse che hanno sbucciato) e alle Penne la torta di pere. Un’ora di tempo!

masterchef5

Din dinRenato entra in sala con una tripla nuova difficoltà: le Farfalle dovranno fare a meno del prosciutto per un po’, Alessandro delle Penne dovrà rompere le uova da bendato e i Fusilli impaneranno e il pollo usando una sola mano. Uff… che sudata!

Ci siamo: il nostro volontario Maurizio ci ha aiutato ad imbandire i tavoli, i segnaposti sono pronti… e la cena è servita! I vincitori? Sul gradino più alto del podio ci salgono gli amici delle Farfalle, ma davvero la vittoria è stata di tutti, bravissimi, uniti dalla passione e dal desiderio di condividere un ricordo unico. A tutti è stato consegnato un piccolo pensiero realizzato dalle signore dell’Attività Cucito Creativo: delle splendide presine con ricami a tema culinario.

masterchef c

Produciamo benessere, produciamo legami

In Fabbrica lo diciamo sempre: i legami nascono quando si fa INSIEME qualcosa che accomuna gli interessi dei singoli… come cucinare. Cuciniamo dunque, e produciamo benessere e legami in un clima di armonia e condivisione: questa è la Fabbrica del Chinino.

Il saluto spetta al nostro Silviu:

Mi sono divertito sia a cucinare sia ad assaggiare i piatti: sono stato un giudice severo come Carlo Cracco! Mi sentivo una star… la star di Masterchef! I ragazzi sono stati bravissimi e sono tutti simpatici: spero di rivederli presto!”

Appuntamento alla prossima puntata! 😉

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
La Fabbrica del Chinino Via Taggia 25/A, 10134 Torino Tel. 011 0675868 Fax 011 0704184 E-mail: info@fabbricadelchinino.it