“Ti Voglio Dire”: il giornalino scritto, pensato e impaginato in via Taggia!

Il centro diurno “Raccordi Familiari” di via Taggia 25/A presenta il giornalino “TI VOGLIO DIRE”, preparato, scritto ed impaginato da una redazione composta da 7 ragazzi, 2 operatrici, una capo-redattrice e 2 collaboratori.

Chi sono questi ragazzi? Persone che scoprono cosa sono capaci di fare e che vogliono farlo scoprire anche a voi!

Per presentare il nostro giornalino “TI VOGLIO DIRE” la nostra redazione ha intervistato la capo-redattrice Anna Chiara.

Com’è nata l’idea del giornalino?

“In questo servizio ci sono tanti ragazzi con tanti anni di scuola alle spalle, ragazzi che sanno leggere e scrivere, ma che non riuscivano ad esercitarsi. Quindi è nata l’idea di recuperare le abilità di questi ragazzi e metterle al servizio di tutti, fare qualcosa che potesse diffondere le loro abilità e farle apprezzare”

Da quanto tempo c’è il giornalino?

“Sono circa 4 anni che lo scriviamo, dal 2014…sembra incredibile! Ne escono 3 o 4 numeri all’anno. E adesso saremo anche sul web, sul sito della Fabbrica del Chinino!”

Come si fa a fare questo giornalino?

“Per fare un giornalino ci vogliono dei bravi collaboratori, dei buoni giornalisti. E io ho un’ottima redazione! Noi il nostro lo vogliamo proprio così, con le nostre scritture e le nostre imperfezioni. Così è proprio NOSTRO. E così possiamo renderci conto dei nostri miglioramenti, che sono stati tanti: nella scrittura, nel raccontare le passioni personali, nel dialogo tra i redattori, nel piacere di scrivere. Ogni gruppo può fare un giornalino, scrivere delle proprie attività e diffondere le informazioni: lo scambio è una bellissima cosa. Ma è anche molto importante motivare i redattori, perché alla fine è un prodotto difficile”

Cosa ti piace di questo lavoro?

“Tutto, ma più di tutto vedere i ragazzi fieri ed orgogliosi del loro lavoro, la passione che ci mettono. C’è chi è puntiglioso, chi fantasioso, chi curioso, chi pieno di colore… E’ bello anche che in redazione entrino tante “comparse”, perché mentre si lavora si raccontano anche le cose di casa, si scambiano le notizie e si conoscono i familiari, gli amici, gli animali di casa…”

Mentre Felice, il nostro collaboratore appassionato di fotografia e di tecnologia, rende accessibile questo primo numero del giornalino per metterlo on line, abbiamo chiesto anche alla nostra collaboratrice Aurora perché consiglia il nostro giornalino.

“Apprezzo molto questa esperienza – ci racconta Aurora – ed il laboratorio di giornalino. Mi piace venire in Paradigma perché con gli operatori ed i ragazzi si respira un’aria positiva, si sta bene. E quando si sta bene, bisogna dirlo! Il giornalino è un modo per far sapere a chi non lo sa che si può vivere insieme e stare bene insieme. Io lo dico a tutti!

Per concludere, ecco 7 ottimi motivi per leggere “TI VOGLIO DIRE”, il giornalino del servizio “Raccordi Familiari”:

  • è carino, serve per conoscerci;
  • parla di cose importanti;
  • è bello e divertente;
  • ci sono i disegni “a forma di Mara”;
  • a me piace tanto;
  • mi piace scriverlo, colorarlo e fare le ricerche;
  • l’ho scritto proprio io!

Parola di redazione!

Marianna, Stefania, Giulio, Mara, Tiziana, Laura, Paola 

Se vuoi leggerlo, stamparlo, sfogliarlo e condividerlo, scarica il giornalino in formato pdf:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail